«Mai nulla di splendido è stato realizzato se non da chi ha osato credere che dentro di sé

ci fosse qualcosa di più grande delle circostanze»

                                      

La matematica del trattamento di immagini

Lezione del prof. A. Mennucci della Scuola Normale Superiore di Pisa per gli studenti delle quarte, nella quale è stato mostrato come e perché le immagini possano essere ricondotte a funzioni matematiche.

Dopo un'introduzione teorica ha fatto seguito un laboratorio informatico nel quale gli studenti hanno imparato ad utilizzare un programma di elaborazione di immagini.

 

 

Internet of Things (IoT): conoscenze/tecnologie abilitanti e applicazioni

 

Il Prof. Ing. Sergio Saponara,  docente presso l'Università di Pisa dei corsi Sistemi Elettronici per Automazione e Robotica (LM Ingegneria dell'Automazione e Robotica), Elettronica per i Veicoli (LM in Ingegneria dei Veicoli) e Architetture di Sistemi Elettronici (LT in Ingegneria Elettronica), ha tenuto presso la nostra scuola la lezione "Internet of Things (IoT): conoscenze/tecnologie abilitanti e applicazioni".

Nella lezione ha illustrato i nuovi trend nel settore dell'"Internet delle cose", Internet of Things (IoT), e le implicazioni che la tecnologia IoT ha non solo nell'ambito delle telecomunicazioni, ma soprattutto in ambito di innovazione di processo e di prodotto in applicazioni che vanno da industria 4.0, a smart agrifood, ai veicoli a guida autonoma e droni/robot, alla sanità digitale. 

Innovazione digitale al classico

In occasione della Notte Nazionale dei Licei Classici, gli studenti di Pontedera si sono ritrovati di sera nelle aule della scuola per attività laboratoriali multidisciplinari. 

I ragazzi hanno illustrato a compagni e famiglie le modlaità di lavoro in ambito scientifico, in particolare come fare lezione con le nuove tecnologie.

Dal laboratorio alla prima pagina

 

Il dottor Massimiliano Razzano è ricercatore presso la sezione di Pisa dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Si occupa di “messaggeri cosmici”, ossia di fotoni ad alta energia, in particolare raggi X, raggi gamma, onde gravitazionali, segnali che ci arrivano dalle zone più lontane dell’universo, dallo spazio che non è visibile con i tradizionali telescopi. Razzano è anche un giornalista scientifico, per questo gli studenti del Liceo Classico di Pontedera, assieme ai compagni del Classico di Pisa, dello Scientifico “Dini” di Pisa, degli scientifici “Cecioni“ ed “Enriques” di Livorno, hanno assistito alla lezione “Dal laboratorio alla prima pagina”, iniziata da Razzano con una carrellata di titoli apparsi sui principali quotidiani nazionali in occasione della scoperta del bosone di Higgs.